Il Purgatorio

Preghiere dopo la Confessione




Chi si è confessato bene durante la vita non ha da temere nella morte, anche se in quel momento gli venissero a mancare tempo e forze per prepararsi con impegno al sacramento né può dubitare che le confessioni ben fatte abbrevino il Purgatorio. Ma quando una confessione è ben fatta? Una confessione si può dire ben fatta quando la si vive come fosse l'ultima della nostra vita. Confessiamoci spesso e con l'intenzione di purificare ogni più piccolo difetto come chi sta per lasciare questo mondo per presentarsi davanti a Dio. Cominciamo supplicando lo Spirito Santo per ottenere la giusta consapevolezza dei nostri peccati e la grazia del pentimento. Ricorriamo alle Piaghe del Crocifisso da cui sgorga la purifìcazione della nostra anima pentita. Ricorriamo a Maria, al nostro angelo custode e a tutti i Santi nostri avvocati. Poi esaminiamo i nostri doveri di amore verso Dio e verso il prossimo. Gli effetti i spirituali del sacramento della Penitenza sono: la riconciliazione con Dio mediante la quale il penitente recupera la grazia; la riconciliazione con la Chiesa; la remissione della pena eterna meritata a causa dei peccati mortali; la remissione, almeno in parte, delle pene temporali, conseguenze del peccato; la remissione delle pene temporali, conseguenza dei peccati, per le Anime del Purgatorio; la pace e la serenità della coscienza, e la consolazione spirituale; l'accrescimento delle forze spirituali per il combattimento cristiano. (Dal Catechismo della Chiesa Cattolica nn. 1469 e 1498) Per cogliere appieno il valore e il significato della confessione, leggiamo la testimonianza di Suor Faustina Kowalska: "Dalla santa confessione dovremmo ricavare due benefici. Alla confessione andiamo: primo, per essere guariti; secondo per essere educati. La nostra anima ha bisogno di essere educata continuamente, come un bambino. O mio Gesù, comprendo profondamente queste parole e so per esperienza che un 'anima con le proprie forze non arriva lontano, si affatica molto, non fa nulla per la gloria di Dio. L'anima che desidera veramente progredire sulla via della perfezione, deve attenersi scrupolosamente ai consigli che le vengono dati dal direttore spirituale. Tanta è la santità quanta la dipendenza".

ESAME DI COSCIENZA E ATTO DI CONTRIZIONE
(dal Manuale delle indulgenze.) Si concede l'indulgenza parziale al fedele che, specialmente in preparazione della confessione sacramentale: 1. esamina la propria coscienza con il proposito di emendarsi; 2. piamente recita, mediante qualsiasi formula legittima, l'atto di contrizione per esempio, Confesso; salmo De Profundis, salmo Miserere, salmi graduali, salmi penitenziali.

DOMANDA DI PERDONO
La preghiera che segue e le Litanie dell'umiltà si recitano prima della Confessione. O mio Dio, Santità e Perfezione infinita, che tanto detesti il peccato e che, per cancellarlo, hai sottoposto alle sofferenze atrocissime della Passione ed alla spietata morte di croce tuo Figlio innocente, io, colpevole di tanti peccati, mi prostro umiliato e pentito ai tuoi piedi, ed offrendoti le pene ed il Sangue di Gesù Cristo, invoco il tuo perdono. Sono profondamente pentito per le offese che Ti ho fatto, e mi propongo di non offenderti più. Gesù è morto per me sulla Croce e con il suo sacrificio mi ha ottenuto la vita. Perdonami, Signore, per i suoi meriti infiniti. Insieme al perdono Ti prego di concedermi la grazia di una conversione sincera e durevole, insieme alla remissione delle pene che ho meritato. O Spirito Santo, Spirito d'amore e di santità, vieni in me con i tuoi doni e con l'abbondanza della tua grazia, affinché questa mia confessione sia gradita al Padre nostro che è nei cieli ed io possa realizzare il mio grande desiderio di essere da Lui abbracciato, benedetto ed ammesso tra i suoi figli prediletti. Anche voi, Anime sante del Purgatorio, che sapete quanto è importante far bene la confessione, pregate per me. So che, Tu, o Signore, soffri quando mi allontano da Te e mi attendi con trepidazione; mi vieni incontro quando mi vedi giungere da lontano, mi abbracci teneramente e, per quanto gravi siano le offese fatte al tuo amore, mi ripeti: "Io non ti condanno, va' e d'ora in poi non peccare più”.

LITANIE DELL’UMILTA’.

Signore, pietà, Signore pietà;

Cristo, pietà, Cristo, pietà;

Signore, pietà, Signore pietà;

Cristo, ascoltaci Cristo, esaudiscici;

Padre del cielo, che sei Dio abbi pietà di noi;

Figlio, redentore del mondo, che sei Dio abbi pietà di noi;

Spirito Santo, che sei Dio abbi pietà noi;

Santa Trinità, unico Dio Abbi pietà di noi;

Da ogni odio e da ogni invidia liberaci, Signore!;

Da ogni risentimento e rancore liberaci, Signore!;

Da ogni rivalsa liberaci, Signore!

Da ogni pregiudizio liberaci, Signore!

Da ogni forma di egoismo liberaci, Signore!

Da ogni ingiustizia e da ogni grettezza liberaci, Signore!

Da ogni tendenza a giudicare e condannare liberaci, Signore!

Dalla mormorazione e dalla critica liberaci, Signore!

Da ogni giudizio temerario e da ogni calunnia liberaci, Signore!

Dall'orgoglio e dalla ostentazione liberaci, Signore!

Da ogni permalosità e impazienza liberaci, Signore!

Dalla tendenza ad appartarci liberaci, Signore!

Dal sospetto e dalla sfiducia liberaci, Signore!

Da ogni cattiva disposizione liberaci, Signore!

Da ogni forma d'indifferenza liberaci, Signore!

Da ogni prepotenza liberaci, Signore!

Da ogni scortesia e sospetto liberaci, Signore!

Da ogni suggestione del demmo liberaci, Signore!

Da ogni offuscamento delle passioni liberaci, Signore!

Perché vogliamo veramente bene ai nostri fratelli Ti supplichiamo di esaudirci, Signore!

Perché siamo tra noi un cuore solo e un'anima sola Ti supplichiamo di esaudirci, Signore!

Perché i nostri sentimenti siano come quelli del tuo cuore Ti supplichiamo di esaudirci, Signore!

Perché non siamo divisi nello spirito Ti supplichiamo di esaudirci, Signore!

Perché siamo concordi nell'azione Ti supplichiamo di esaudirci, Signore!

Perché sappiamo comprenderci Ti supplichiamo di esaudirci, Signore!

Perché sappiamo ammettere i torti e perdonarci reciprocamente Ti supplichiamo di esaudirci, Signore!

Perché godiamo di servirci l'un l'altro Ti supplichiamo di esaudirci, Signore!

Perché siamo sempre sinceri e aperti fra di noi Ti supplichiamo di esaudirci, Signore!

Perché nelle nostre case regni la gioia della carità Ti supplichiamo di esaudirci, Signore!

Perché nella nostra carità il mondo veda il Signore Ti supplichiamo di esaudirci, Signore!

Perché nella nostra Patria regni la concordia Ti supplichiamo di esaudirci, Signore!

Perché cessino le lotte di classe Ti supplichiamo di esaudirci, Signore!

Perché la giustizia sociale sia compiuta nella carità Ti supplichiamo di esaudirci, Signore!

Perché tutti gli uomini si amino Ti supplichiamo di esaudirci, Signore!

Gesù, che sei venuto sulla terra per servire gli uomini rendi il nostro cuore simile al tuo!

Gesù, che hai amato i poveri rendi il nostro cuore simile al tuo!

Gesù che hai consolato i sofferenti rendi il nostro cuore simile al tuo!

Gesù, che hai sofferto per i peccatori rendi il nostro cuore simile al tuo!

Gesù, che hai parlato dolcemente a chi ti schiaffeggiava e ti tradiva rendi il nostro cuore simile al tuo!

Gesù, che hai raccolto l'invocazione del ladrone rendi il nostro cuore simile ai tuo!

Gesù, che hai lodato il buon Samaritano rendi il nostro cuore simile al tuo!

Gesù, che sei morto sulla croce rendi il nostro cuore simile al tuo!

Gesù, che continui a rinnovare la tua morte per noi rendi il nostro cuore simile al tuo!

Gesù, che ti dai cibo anche a chi ti manca di fedeltà rendi il nostro cuore simile al tuo!

Santa Maria, madre degli uomini prega per noi!

Nostra Signora della Visitazione prega per noi!

Nostra Signora della carità prega per noi!

Agnello di Dio, che togli i peccati del mondo, perdonaci, Signore.

Agnello di Dio, che togli i peccati del mondo, ascoltaci, Signore.

Agnello di Dio, che togli i peccati del mondo, abbi pietà di noi.

Perdonaci, o Signore tutti i nostri peccati come noi perdoniamo a coloro che ci hanno offeso.

PREGHIERA DOPO LA CONFESSIONE
Dopo aver recitato le preghiere che il confessore ci ha indicato, esserci proposti di rimediare al male fatto e impegnati ad evitare le mancanze in cui cadiamo più facilmente adottando atteggiamenti idonei, preghiamo:

Dio mio, Padre dolcissimo, com'è dolce la tua grazia, com'è grande il tuo amore! Hai perdonato tutti i miei peccati e mi hai fatto assaporare di nuovo le meraviglie del tuo amore. Ti ringraziano per me, o mio Dio, il Cielo e la terra ed io do voce a tutte le creature per lodarti e ringraziarti per sempre. Ti ringraziano le Anime del Purgatorio, per le quali ora Ti saranno più accette le mie preghiere, poiché ho l'anima purificata da ogni peccato e sono di nuovo tuo amico. Per mostrarti la mia riconoscenza, o Signore, come meglio posso, Ti offro la promessa di voler evitare ad ogni costo il peccato. Piuttosto, o mio Dio, scelgo il disprezzo del mondo, le mortificazioni e le pene, le tribolazioni di ogni tipo, ed anche la morte, ma mai più voglio trasgredire i tuoi precetti che sono consigli di Padre amorevole. Per mezzo della santa assoluzione mi hai accolto ancora nel tuo abbraccio paterno, ed io non voglio più staccarmi da Te. Amen.

IL SANTO ROSARIO PER LE ANIME DEL PURGATORIO
Credo, Padre Nostro, Ave Maria, Gloria al Padre. L’eterno riposo.

Per ogni diecina dire 3 Eterno riposo.

Sui grani grossi: O anime sante, infiammate la mia anima con il fuoco del Divin Amore perché Gesù crocifisso si riveli in me ora, sulla Terra, e non dopo, in purgatorio.

Sui grani piccoli: Signore Gesù crocifisso, abbi pietà delle anime del purgatorio.

PREGHIERA DETTATA DA GESU’ A SANTA MATILDE
In suffragio delle povere anime del Purgatorio.

Padre nostro che sei nei cieli
Io ti prego, o Padre celeste, perdona alle povere anime del purgatorio, perché esse non hanno amato Te, loro Signore e Padre, che Tu, per pura tua grazia, hai fatto tue figlie, e non ti hanno reso quell’onore, che ti dovevano, ma Ti hanno allontanato col peccato dal loro cuore, dove Tu volevi abitare sempre. Per lavare quei debiti io Ti offro quell’amore e onore, che il Tuo Unigenito Figlio Ti ha reso durante tutta la sua vita sulla terra, e tutte le azioni e gli atti di penitenza e soddisfazione, con cui Egli ha lavato i peccati degli uomini e li ha espiati. Amen!

Sia santificato il tuo nome
Io Ti supplico incessantemente, o buonissimo Padre, perdona alle povere anime, perché esse non sempre hanno degnamente onorato il Tuo Santo nome, ma invece così spesso lo hanno avuto superficialmente sulla bocca e con una vita di peccato si sono rese indegne del nome di cristiane. In riparazione di questi loro peccati, io Ti offro tutto l’onore, che il Tuo amatissimo Figlio Ti ha reso sulla terra con la sua predicazione e le sue opere per il Tuo Nome. Amen!

Venga il tuo regno
Io Ti prego, amabilissimo Padre, perdona alle povere anime, perché esse non sempre e con grande desiderio hanno cercato Te e il tuo regno con premurosa diligenza. Per riparazione della loro superficialità nel fare il bene, io Ti offro i santi desideri di Tuo figlio, con i quali Egli desidera e chiede, che anch’esse siano coeredi del suo Regno. Amen!

Sia fatta la tua volontà come in cielo così in terra
Io Ti prego, o benignissimo Padre, perdona alle povere anime perché non sempre hanno sottoposto la loro volontà alla Tua e non hanno cercato di compierla in tutte le cose, ma troppo spesso sono vissute secondo il proprio volere e così hanno agito. Per la loro disubbidienza io Ti offro la perfetta unione dell’amorosissimo Cuore di Tuo Figlio con la Tua santissima volontà, e la sua profonda sottomissione con cui Egli Ti fu ubbidiente fino alla morte in croce. Amen!

Dacci oggi il nostro pane quotidiano
Io Ti prego, Amabilissimo Padre, perdona alle povere anime, perché non sempre hanno ricevuto il Santissimo Sacramento dell’altare con profondo desiderio, ma spesso senza devozione o perfino indegnamente, oppure hanno trascurato di riceverlo. Per questi loro peccati io Ti offro la grande Santità e la devozione di Gesù Cristo, Tuo Figlio, come pure il suo grande amore con cui Egli ci ha fatto questo santissimo dono e ci ha dato questo altissimo Bene. Amen!

Rimetti a noi i nostri debiti come noi li rimettiamo ai nostri debitori
Io Ti prego, buonissimo Padre perdona alle povere anime del purgatorio tutti i debiti, che esse si sono assunti su di se con i sette peccati capitali, e soprattutto, perché esse non hanno amato i loro nemici e non hanno voluto perdonare loro. Per questi peccati io Ti offro l’amorosa preghiera, che Tuo Figlio ti ha rivolto sulla Croce per i suoi nemici. Amen!

E non ci indurre in tentazione
Io Ti prego, o benignissimo Padre, perdona alle povere anime, perché esse tanto spesso non hanno opposto alcuna resistenza alle tentazioni e alle loro passioni, ma hanno seguito il maligno nemico e hanno accontentato i desideri della carne. Per questi loro molteplici e diversi peccati io Ti offro la gloriosa vittoria di Gesù Cristo, con cui Egli ha vinto il mondo, e il suo lavoro, le sue fatiche, la sua santissima vita e la sua amara Passione. Amen!

Ma liberaci dal male
E per tutti i castighi per i meriti del Tuo amatissimo Figlio, e conduci le povere anime e noi nel Regno dell’eterna gloria, che sei Tu stesso. Amen!

ORAZIONI DI S. GERTRUDE per i defunti
Prima orazione
Ti saluto e benedico, dolcissimo Gesù, Ti adoro con tutto il mio cuore e Ti ringrazio per l’amore che ci hai manifestato con la tua incarnazione, la nascita nella povertà e per averci lasciato Te stesso nel Santissimo Sacramento. Ti prego di unire questa mia preghiera, che Ti offro per la cara Anima del defunto (nome) ai meriti della tua santissima vita. Con l’abbondante grazia di tale preghiera desidero supplire e compensare perfettamente ciò che questa Anima ha trascurato nelle tue lodi, nelle preghiere, virtù e buone opere che avrebbe dovuto compiere per tuo amore, avrebbe potuto con la tua grazia e non ha fatto con pura intenzione e perfettamente. Amen.
L’eterno riposo. De profundis.

Seconda orazione
Ti saluto e benedico, dolcissimo Gesù, Ti adoro e Ti ringrazio per l’amore infinito che ci hai manifestato quando Tu, Creatore dell’universo, per Redimerci Ti sei reso Vittima inerme nelle mani degli uomini che Ti hanno legato, trascinato, battuto, insultato, flagellato, coronato di spine e condannato a morte, spogliato, crocifisso, fino a morire d’una morte terribile sulla croce, con il cuore trafitto da una lancia. Mi unisco al tuo immenso amore offrendoti queste mie orazioni e Ti prego, per i meriti della tua santissima Passione e Morte, di cancellare ciò che l’Anima per la quale Ti prego ha fatto contro la tua volontà ha fatto con pensieri, parole ed opere. Ti prego pure di offrire a Dio Padre i tuoi meriti, ogni pena e dolore del tuo Corpo piagato e della tua Anima addolorata per riparare alle mancanze commesse da quest’Anima e soddisfare così la tua giustizia. Amen.
L’eterno riposo. De profundis

Terza orazione
Ti saluto e benedico, dolcissimo Gesù, Ti adoro e Ti ringrazio per l’amore e la bontà con cui Tu, risorgendo ed ascendendo al Cielo, glorificasti la nostra umanità già vinta dalla morte, e la collocasti alla destra del Padre. Ora ti prego che l’Anima per la quale Ti supplico possa presto partecipare alla tua gloria e al tuo trionfo. Amen. L’eterno riposo. De profundis.

Quarta orazione
Ti saluto e benedico, dolcissimo Gesù, Ti adoro e Ti ringrazio per tutti i benefici di cui hai colmato la tua gloriosa Madre e tutti i tuoi eletti. Desidero unirmi ora all’amore dei tuoi Santi che Ti glorificano e Ti ringraziano per la salvezza ottenuta per mezzo della tua Incarnazione, Passione e Resurrezione e Ti prego di supplire con i meriti e con le preghiere della tua e nostra Madre Immacolata e dei Santi a quanto manca a quell’anima per giungere nella Patria beata e poter godere per sempre della tua presenza. Amen.
L’eterno riposo. De profundis.

Santa Geltrude, recitando queste orazioni insieme con l’Ufficio, chiedeva al Signore quanto e come gli fosse accetta l’opera di coloro che così pregavano. Ed il Signore rispose: “La gradisco tanto ed è come se liberassero me stesso dalla prigionia ogni volta che con queste preghiere si libera un’Anima dalle sue pene. Ricambierò al momento opportuno queste opere di carità, secondo l’onnipotenza della mia generosità”.

Visite: 182

TAGS: