Il Purgatorio

Benvenuto nel sito del Purgatorio

Questo sito è nato per far conoscere l'esistenza del Purgatorio e delle pene che soffrono le anime che sostano al suo interno. Pregare per le anime del Purgatorio è molto importante. Ogni volta che entri in questo sito potrai dare un po’ di sollievo a loro recitando un Padre Nostro, un'Ave Maria e un Gloria. Se preghi per loro il Signore ti concederà tante grazie. Anche per questo, ti invito a leggere tutti i documenti in esso contenuti e a pregare quotidianamente per loro.


Si legge nella Vita d'una santa religiosa, Suor Caterina di S. Agostino, che nel luogo ove abitava trovavasi una donna, chiamata Maria, che nella sua giovinezza si era data in preda al disordine e che, avanzata in età, talmente si ostinava nel male, che gli abitanti del paese, non potendo soffrire quella peste in mezzo a loro, vergognosamente la cacciarono. Non trovò altro asilo che una grotta nella foresta, ove, senza assistenza e senza sacramenti, morì dopo qualche mese. Suor Caterina, che costumava raccomandar a Dio le anime di tutti quelli di cui conosceva la morte, non pensò tuttavia di pregare per questa, con tutti giudicando che certamente era dannata. Quattro mesi dopo, la serva di Dio udì una voce che diceva: «Suor Caterina, che disgrazia è la mia! Voi raccomandate a Dio le anime di tutti: solo per la mia non avete pietà! - Chi siete voi dunque? chiese la suora. - Sono quella povera Maria morta nella grotta. - Come! Maria, siete salva? - Sì, lo sono, per la divina misericordia. Vicina a morire, spaventata alla memoria delle mie colpe ed alla vista del mio abbandono, invocai la Santa Vergine, che mi ottenne una perfetta contrizione, accompagnata dal desiderio di confessarmi. Per tal modo rientrai in grazia di Dio, e scappai dall'inferno; ma dovetti scendere nel Purgatorio, ove soffro crudelmente. Sarà abbreviato il mio tempo, e ben presto ne uscirò, se per me si celebreranno alcune messe. Oh mia buona suora, fatele celebrare, e vi prometto di pregar sempre Gesù e Maria per voi». S'affrettò suor Caterina a far dire delle messe, e dopo alcuni giorni le comparve l'anima, brillante come una stella, che salendo al Cielo la ringraziava della sua carità. (Suor Caterina di S. Agostino)