Il Purgatorio

Festa della Beata Vergine Maria del Monte Carmelo




Agnello di Dio, che togli i peccati del mondo, perdonaci, Signore. Agnello di Dio, che togli i peccati del mondo, ascoltaci, Signore. Agnello di Dio, che togli i peccati del mondo, abbi pietà di noi. Prega per noi, santa Madre di Dio. E saremo degni delle promesse di Cristo. Preghiamo: O Dio, il tuo unico Figlio ci ha procurato i beni della salvezza eterna con la sua vita, morte e risurrezione: a noi che, con il Santo Rosario délla Beata Vergine Maria, abbiamo meditato questi misteri concedi di imitare ciò che essi contengono e di raggiungere ciò che promettono. Per Cristo nostro Signore. Amen.

Domenica 17 Febbraio 1980, Papa Giovanni Paolo usi recò in visita pastorale alla parrocchia romana di S. Martino ai Monti, affidata ai carmelitani dal 1299. Durante l'incontro con il Consiglio Pastorale, il Papa prese in mano lo Scapolare della priora del Terz'Ordine Carmelitano, poi, con letizia e compiacenza che trasparivano dal volto, si portò le mani sul petto ed esclamò: "Qui sotto, lo porto anch 'io da molto tempo!" dando particolare tono di voce alle ultime parole "Da molto tempo!". Durante I 'incontro con i religiosi carmelitani, il superiore della comunità che rivolgeva al Papa un breve indirizzo di omaggio e di ringraziamento, concludeva con le seguenti parole: "Maria del Carmelo, che sappiamo tanto amata anche da Sua Santità, possa sorreggere i Suoi passi nel guidare la Chiesa in questi tempi". Il Papa subito soggiungeva: "E Maria del Carmelo è capace di guidare i passi non solo in questa vita, ma anche nell'altra, in Purgatorio".

LO SCAPOLARE DELLA MADONNA DEL CARMINE
Lo Scapolare della Madonna del Carmine è 1 'abito dei carmelitani. Indossarlo significa appartenere alla Famiglia del Carmelo. Lo Scapolare è chiamato anche 'Abitino", piccolo abito, ché riproduce in piccole dimensioni l'abito dell'Ordine. Portare lo Scapolare del Carmine, o abitino, è una delle devozioni più amate tra il popolo di Dio. Rivestire 1' "abitino" significa consacrarsi a Maria, essere riconosciuti da Lei come figli prediletti. Rispondendo all'amore della Vergine Maria, i suoi devoti vivono sicuri della sua protezione nei pericoli della vita, nell'ora della morte, certi che anche dopo la morte interverrà per loro "Colei che con la sua materna carità si prende cura dei fratelli del Figlio suo... fino a che non siano condotti nella patria beata" (LG 62). L'aggregazione alla Famiglia Carmelitana e la familiarità con Maria, assume un carattere fondamentalmente comunitario ed ecclesiale, perché Maria "aiuta tutti i suoi figli, dovunque e comunque essi vivano, a trovare in Cristo la via verso la casa del Padre" (RM47). Lo Scapolare è il piccolo "5egno" del grande ideale del Carmelo: l'amicizia, 1 'intimità con Dio.Lo Scapolare è formato da due pezzi di stoffa marrone collegati fra loro da un 'esile fettuccia o cordoncino. Normalmente va portato attorno al collo. Nella confezione degli scapolari si ama unire sulla stoffa marrone l'immagine di Maria ed alcuni aggiungono anche quella del Sacro Cuore.

SCAPOLARE E IMPEGNO CRISTIANO
Ricevere lo Scapolare, che è la sintesi dell'abito carmelitano, equivale ad entrare a far parte della famiglia carmelitana e goderne i benefici, in particolare la spiritualità carmelitana, tipicamente mariana, e la protezione di Maria, in vita, nell'ora della morte e dopo la morte. Nella vita quotidiana significa: Vivere da 'fratelli" o "sorelle" di Maria in comunione con il Carmelo, cercando di approfondirne la vita e gli ideali. Dare a Maria sempre più spazio nella propria vita, cercando di vivere nel proprio ambiente la fedeltà a Cristo con lo spirito di Maria. Imitare la "Vergine orante che "custodiva la parola di Dio nel suo cuore" (Lc Z 19.51), dedicando qualche tempo all 'incontro con Dio nella preghiera. Vivere la castità dell'anima e del corpo, del cuore e dei sensi secondo il proprio stato e le esigenze evangeliche di ogni vocazione. Maria è invocata come la "bellezza del Carmelo". Per la via della bellezza tutta la natura, valorizzata e rispettata, canta così con gioia le lodi del suo Creatore, e la devozione a Maria si rivela ancora una volta "un aiuto potente per I 'uomo in cammino verso la conquista della sua pienezza" (MC, 56).

Suggerimenti pratici
La benedizione e consegna dello Scapolare può essere fatta da tutti i sacerdoti e diaconi del Carmelo e da ogni sacerdote e diacono che ne abbia ricevuto la facoltà dai Superiori dell'Ordine. Lo Scapolare può essere sostituito con la "Medaglia -Scapolare", recante da una parte l'immagine del Sacro Cuore e dall'altra quella della Madonna. Sia la Medaglia che lo Scapolare possono essere cambiati senza che intervenga una nuova benedizione. Persevera nella devozione a Maria con una valida testimonianza di vita cristiana. Dedica ogni giorno qualche tempo all'incontro con Dio. Se ti è possibile, accostati all'Eucaristia frequentemente. Ti suggeriamo alcune pratiche possibili, a scelta: recita quotidiana di qualche parte dell'Ufficio Divino; oppure: recita della terza parte del Rosario; oppure: un breve tempo di "Lectio Divina"; oppure: recita di 7 Pater nostro, Ave Maria, Gloria al Padre. Il giorno di Sabato è dedicato a Maria, ricorda di pregarla in modo particolare. Il 16 luglio è la solenne Festa annuale della Madonna del Carmine. Prima di coricarti recita, tutte le sere, una di queste preghiere a Maria: Fior del Carmelo, o vite in fiore, splendore del cielo, Tu solamente sei Vergine e Madre. Madre dolcissima, sempre illibata: ai tuoi devoti dà protezione, Stella del Mare. oppure: Sotto la tua protezione cerchiamo rifugio, santa Madre di Dio: non disprezzare le suppliche di noi che siamo nella prova, e liberaci da ogni pericolo, o Vergine gloriosa e benedetta.

RITO PER LA BENEDIZIONE E CONSEGNA DELLO SCAPOLARE DEL CARMINE
Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Il Sacerdote, rivestito della cotta e stola bianca dice: Dimostraci, Signore, la tua misericordia, e donaci la tua salvezza. Signore, ascolta la mia preghiera, e il mio grido giunga a te. Il Signore sia con voi. E con il tuo spirito.

Preghiamo: Signore, Gesù Cristo, Salvatore del genere umano, benedici con la tua destra questo abito, che il/la tuo/a figlio/a si appresta ad indossare devotamente a prova dell'amore per Te e per la tua Madre, la Beata Vergine Maria del Monte Carmelo; e per la intercessione della stessa tua Madre, difeso/a dal potere del maligno, perseveri nella Tua grazia fino alla morte. Tu che vivi e regni nei secoli dei secoli. Amen. il sacerdote asperge poi lo Scapolare con l'acqua benedetta e lo consegna al devoto dicendo: Prendi questo abito e prega la Vergine Santissima che per i suoi meriti ti conceda di portarlo senza macchia; ti difenda da ogni avversità e ti conduca alla vita eterna. Amen.

E prosegue: Per le facoltà che mi sono state concesse, ti rendo partecipe di tutti i beni spirituali, che per la misericordia di Gesù Cristo sono compiuti dai religiosi carmelitani: nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Sei consacrato a Maria, ricordati ogni giorno di Lei.

NOVENA ALLA MADONNA DEL CARMINE (Dal 7 al 15 luglio)
Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. O Dio, vieni a salvarmi. Signore, vieni presto in mio aiuto. Gloria al Padre, Credo. Vergine Maria, che in mille modi dimostri la tua missione di mediatrice di ogni grazia, e che nel Santo Scapolare ti compiaci di manifestare ai tuoi devoti una speciale protezione materna, fa' che portando questo segno di predilezione ci dimostriamo veri tuoi figli. Ave Maria. Regina del Carmelo, che nel Santo Scapolare col segno di protezione ci dai un richiamo alla modestia, alla mortificazione, alla preghiera, alla consacrazione al tuo Cuore Immacolato, fa' che sappiamo comprendere questo linguaggio, così da essere di esempio ai nostri fratelli e sperimentare il tuo potente aiuto. Ave Maria. Madre del Carmelo, che a quanti portano pienamente il Santo Scapolare hai promesso aiuto nei pericoli e salvezza dall'inferno e una sollecita liberazione dal purgatorio, fa' che anche noi siamo tra coloro che meritano tali favori e grazie, così da venire a lodarti e ringraziarti in Cielo. Ave Maria.

Preghiera: Vergine Maria, Madre e Regina del Carmelo, unita mirabilmente al mistero della Redenzione, tu hai accolto e custodito nel cuore la Parola di Dio e hai perseverato con gli Apostoli in preghiera nell'attesa dello Spirito Santo. In te, come in una perfetta immagine, noi vediamo realizzato quello che desideriamo e speriamo di essere nella Chiesa. O Vergine Maria, mistica stella del Monte Carmelo, illuminaci e guidaci sulla via della perfetta carità; attiraci nella contemplazione del volto del Signore. Veglia con amore su noi tuoi figli rivestiti del tuo Santo Scapolare, segno della tua protezione e risplendi sul nostro cammino, perché giungiamo alla vetta del monte che è Cristo Gesù, tuo Figlio e nostro Signore. Salve Regina.

Visite: 321

TAGS: