Il Purgatorio

Meditazioni sul Purgatorio del mese di novembre





9 NOVEMBRE. L'INVOLUCRO PESANTE

(Da «Il Mistero del Purgatorio»). «Le Anime del Purgatorio sono avviluppate come da un involucro, da una dura corteccia. E la corteccia che le ha racchiuse nella vita terrena: il proprio "io", l'eccessiva preoccupazione di sé, il mondo, il pensiero della propria reputazione e tutte quelle altre cose che erano loro apparse così importanti... Di queste cose è fatto l'involucro e la luce di Dio penetra molto a stento. a) Le anime sicure di sé Sono quelle che non si pongono interrogativi sui desideri di Dio e fanno tutto senza amore e senza timore di Dio. Ottundono così la loro coscienza con l'adempimento dei doveri esteriori. Se uno fa loro osservare le mancanze, esse trovano una giustificazione per tutto. La luce divina penetra il loro involucro molto adagio. b) Le anime ambiziose «Ci sono anime che in vita hanno avuto grande saggezza e hanno fatto anche un gran bene all'umanità; ma poiché ciò avveniva solo per la loro ambizione, giungono all'eternità con la più grande ignoranza di Dio e spesso devono rimanere a lungo nel Purgatorio. Fino a quando cioè non sono liberate dallo stordimento del loro "io"». c) Le anime insincere Soffrono un lungo Purgatorio anche quelle anime che sulla terra furono devote a causa degli uomini. Vollero essere virtuose per amor proprio. Non erano umili e non vollero riconoscere nessun errore. Dio non lo si può ingannare! Queste povere anime sono nel Purgatorio in fiamme profonde. d) Le anime maliziose Ci sono in Purgatorio anime che, sotto la parvenza religiosa, combattevano il bene. Specie quelle che hanno attaccato con malizia la Religione. Laggiù esse sono più torturate dei malvagi. e) Le anime ostinate Sono quelle che si sono salvate a mala pena ed hanno abusato fino alla fine della misericordia di Dio. Esse soffrono gravi tormenti, prive delle divine consolazioni. Si sentono come nel profondo di un abisso eterno. Malizie così indurite hanno bisogno di una energica purificazione.

Preghiamo per i nostri cari Morti.

Fonte: Preghiere a Gesù e Maria