Il Purgatorio

Meditazioni sul Purgatorio del mese di novembre





23 NOVEMBRE. LE INDULGENZE

Abbiamo già visto che il cristiano, il quale confessa i propri peccati con le dovute disposizioni o fa un atto di pentimento perfetto (dolore di aver offeso Dio) con il proposito di confessarsi al più presto, ottiene il perdono della colpa commessa e della pena eterna, dovuta al peccato mortale; non sempre però ottiene il perdono della pena temporale che dovrà scontare in questa vita (con preghiere, penitenze, elemosine, pellegrinaggi ecc.), oppure nel Purgatorio. L'Indulgenza è la remissione della pena temporale dovuta per i peccati; viene concessa dalla Chiesa, la quale, come ministra della Redenzione, autoritativamente dispensa ed applica il tesoro dei meriti di Cristo e dei Santi. L'indulgenza è parziale o plenaria, secondo che libera in parte o in tutto dalla pena tèmporale. Le indulgenze, sia parziali che plenarie, possono sempre essere applicate ai Defunti. L'indulgenza parziale si acquista anche più volte al giorno, con qualsiasi preghiera, sacrificio od opera buona. L'indulgenza plenaria, invece, si acquista una sola volta al giorno e richiede che sia compiuta l'opera prescritta e si adempia a tre condizioni: Confessione sacramentale, Comunione eucaristica e preghiera secondo le intenzioni del Sommo Pontefice. Richiede inoltre che sia escluso ogni attaccamento al peccato, anche veniale. Se manca la piena disposizione o non sono poste le tre condizioni, l'indulgenza è solo parziale. La Confessione sacramentale, per chi non ha commesso colpe gravi, è sufficiente che sia stata fatta entro i venti giorni. L'opera prescritta per acquistare l'indulgenza plenaria, può essere: - la recita di una corona del Rosario (cinque misteri), oppure - l'esercizio della Via Crucis (il venerdì o nei giorni di Quaresima). Si aggiunge il Padre nostro e l'Ave Maria, secondo le intenzioni del Sommo Pontefice. L'Indulgenza della Porziuncola si acquista il 2 agosto, visitando la Chiesa parrocchiale e recitando il Padre nostro e il Credo, secondo le intenzioni del Sommo Pontefice. Nella Commemorazione dei Defunti (2 novembre) si acquista l'indulgenza plenaria (una sola volta) visitando una chiesa e recitando il Padre nostro e il Credo, secondo le intenzioni del Sommo Pontefice. Dal 1° all'8 novembre, si acquista l'indulgenza plenaria con la visita al Cimitero, pregando per i Defunti (qualunque preghiera) e aggiungendo il Padre nostro e il Credo, per il Papa.

Preghiamo per i nostri cari Morti.

Fonte: Preghiere a Gesù e Maria