Il Purgatorio

Devote offerte dei principali patimenti di Gesù Cristo per ogni giorno della settimana.






I. Amabile mio Gesù, vi offro per le Anime del Purgatorio quella generosa prontezza che Voi mostraste di morire volontieri per nostro amore, quando, bagnato di sanguigno sudore, andaste ad incontrare i vostri nemici, placidamente significando ai medesimi esser Voi quel Gesù Nazareno ch'essi cercavano. Eterno Riposo.

II. Amabile mio Gesù, vi offro per le Anime del Purgatorio quell'eccessivo dolore che vi trafisse nel vedere un vostro discepolo, da Voi tanto amato e beneficato, fatto capo dei vostri persecutori, venire sfacciatamente a tradirvi con un sacrilego bacio. Eterno Riposo.

III. Amabile mio Gesù, vi offro per le Anime del Purgatorio quell'afflizione ineffabile che Voi provaste quando, assalito da quei crudeli soldati, foste preso e legato con tanta rabbia, e maltrattato con tanta inumanità. Eterno Riposo.

IV. Amabile mio Gesù, vi offro per le Anime del Purgatorio la vostra meravigliosa pazienza nel tollerare le gravi percosse che quei malvagi vi davano con pugni ed aste, come anche le ingiurie che vi facevano, ora afferrandovi per i capelli, ora sputandovi in faccia. Eterno Riposo.

V. Amabile mio Gesù, vi offro per le Anime del Purgatorio quei ferventissimi atti interni che Voi faceste in mezzo a tante oppressioni, rassegnandovi al divino volere, ed offerendo all'Eterno Padre gli affanni vostri a soddisfazione di tutti i nostri debiti. Eterno Riposo.

VI. Amabile mio Gesù, vi offro per le Anime del Purgatorio quel dolore che altamente vi ferì l'Anima, quando, in così grande tribolazione, vi vedeste abbandonato da tutti, e specialmente dai vostri più cari amici, i quali allora vilmente fuggirono. Eterno Riposo.

VII. Amabile mio Gesù, vi offro per le Anime del Purgatorio tutti gli oltraggi che quei soldati vi fecero nel condurvi dall'Orto alla casa di Anna, sempre percuotendovi ed usandovi ogni sorta di crudeltà. Eterno Riposo.

VIII. Amabile mio Gesù, vi offro per le Anime del Purgatorio il travaglio e l'affanno che sentiste, quando quei crudeli ministri vi fecero passare a guazzo il torrente Cedron, il che pel rigore della stagione fu a Voi di singolare patimento. Eterno Riposo.

IX. Amabile mio Gesù, vi offro per le Anime del Purgatorio quella incomparabile pazienza, umiltà e mansuetudine che Voi usaste alla presenza del Pontefice Anna, quando con tono superbo vi interrogava come se foste stato un gran reo. Eterno Riposo,

X. Amabile mio Gesù, vi offro per le Anime del Purgatorio quella guanciatà crudele datavi da un empio, e con tanta forza che dalla vostra sacra bocca fece uscire rivi di sangue. Eterno Riposo.

CONCLUSIONE PER OGNI GIORNO.

Vi offro finalmente, o amabile mio Gesù, per le Anime del Purgatorio, tutte le pene da Voi sofferte e che io ignoro; per i meriti di esse vi prego a perdonarmi tutti quei peccati che per negligenza o per ignoranza io non conosco. Eterno Riposo.

Ah! guidate da aurette felici Giungan Palme sicure nel porto, L'Alme fide da venti nemici Combattute, straziate finor.

Ombre dense, caligini oscure,

Fosche notti, fuggite d'intorno;

Vivo raggio di lucido giorno

Le circondi d'eterno splendor.