Il Purgatorio

Venuti dall'aldilà: La visione beatifica ritardata




Il 19 ottobre 1716 era morto a Ratisbona il padre Ignazio Vagener, gesuita, che per due anni aveva esaminato e diretto la beata Crescenzia Hóss (1682-1744). La notizia giunse al monastero delle Francescane di Kaufbeuren non prima del 21. Il giorno 19, quando avvenne il decesso, Crescenzia, nel recarsi in coro al suono dell'Angelus, vide andare innanzi a sé un fantasma bianco. Abituata a simili incontri, perché in tale forma erano solite apparirle le anime purganti, non fece altro che pregare con molto fervore per quell'anima.
Il 21 si ripeté l'apparizione; ma questa volta Crescenzia riconobbe nettamente l'anima del suo direttore. Egli le disse che aveva bisogno delle preghiere di lei per vedere subito il volto di Dio; gli era solo ritardata la visione beatifica perché in vita non l'aveva abbastanza desiderata. E ciò costituiva un tormento indicibile.
La beata offrì a Dio molti suffragi. Il 23 ottobre, dopo aver ascoltato la messa per il defunto, l'anima di costui tornò, circondata di splendore, per ringraziare e annunciare alla sua benefattrice di essere ormai entrata in possesso del Sommo Bene.

Fonte: Vita della Beata Crescenzia Hóss, Quaracchi, 1900, p. 235.

Visite: 44

TAGS: