Il Purgatorio

Il manoscritto del Purgatorio: Anno 1886




MAGGIO 1886. - È vero che nessuno merita le grazie del buon Dio; sono esse dei favori, ma quando Egli ce ne largisce conviene riceverle con riconoscenza e trarne profitto.

All'anima religiosa è necessario lo spirito interiore, la vita di sacrificio, la purità d'intenzione: ecco il compendio della vita.

Imparate a rispettare la Regola ed i Sacerdoti. Coloro che se la prendono coi Ministri di Gesù Cristo, Lo feriscono nella pupilla dell'occhio. Guai! Tre volte guai a quelli ed a quelle che così agiscono!

Quel che una Religiosa può fare di più accetto al buon Dio in suffragio dei propri parenti defunti, non son tanto alcune preghiere, quanto tutte le sue azioni compiute con una grande purità d'intenzione ed in unione con Nostro Signore.

Sulla terra Gesù maggiormente crocifigge l'anima che Egli più ama, ma la croce inviata da Dio ha sempre delle dolcezze unite alla sua amarezza. Non è lo stesso delle croci che ci giungono per propria colpa: questo contengono solo amarezza.

NOVEMBRE 1886. - Tutte queste prove!... Il buon Dio ha permesso ogni cosa per mettervi tutte alla prova, per infondervi forza d'animo ed altresì per far trionfare la sua gloria, la sua giustizia ed il suo amore.

... Egli desidera... la vita d'unione con Lui, di riparazione e d'orazione. Se prendete seriamente a cuore gl'interessi di Gesù, Egli parimenti prenderà a cuore i vostri.

NATALE 1886. - Se volete... presto sarà levato a voi l'incomodo e a me ridata la libertà...

Fonte: http://www.preghiereagesuemaria.it

Visite: 130

TAGS: SacerdoteSuffragio