Il Purgatorio

Quante volte si può applicare l’indulgenza per portar via un’anima dal Purgatorio?

10 chiarimenti che vi potrebbero interessare




L’indulgenza è una remissione della pena temporale inflitta per i peccati commessi ma che sono già stati perdonati. È inclusa anche l’eliminazione di ogni residuo di colpa e della traccia negativa che i peccati lasciano nell’anima.

La Chiesa concede questa remissione se si rispettano alcune condizioni a favore dell’anima che lascia questo mondo in grazia di Dio.

La remissione o eliminazione, in tutto o in parte, della pena temporale si raggiunge quando la Chiesa applica a quest’anima le soddisfazioni di Gesù Cristo e dei santi (Catechismo, 1471), che costituiscono il suo tesoro.

La Chiesa, grazie al “potere delle chiavi” dato da Gesù a San Pietro – “Tutto ciò che legherai sulla terra sarà legato nei cieli” (Mt 16, 19) -, ha il potere di dichiarare la liberazione delle anime del Purgatorio, e quindi ci dà la possibilità di applicare loro questo immenso tesoro di misericordia.

Questo legame tra noi e le anime del Purgatorio si basa sulla comunione dei santi, verità che professiamo nel Credo.

Si è detto che la remissione della pena temporale è totale o parziale perché ci sono due tipi di indulgenze, plenaria e parziale (Can. 1471). Le indulgenze possono applicarsi a noi o alle anime del Purgatorio. “Ogni fedele può lucrare per se stesso o applicare ai defunti a modo di suffragio indulgenze sia parziali sia plenarie” (Canone 994).

Per ottenere un’indulgenza plenaria servono queste condizioni:
1. Essere battezzati, non scomunicati.
2. Avere l’intenzione di ottenerla.
3. Trovarsi in stato di grazia (la confessione).
4. Comunione eucaristica.
5. In quest’Anno della Misericordia, passare per una Porta Santa. L’attraversamento della Porta Santa si svolgerà nello stesso giorno in cui si otterrà l’indulgenza. Si può anche attraversare la Porta sette giorni prima o sette giorni dopo l’indulgenza.
6. Pregare in base alle intenzioni del papa. Basteranno un Padre Nostro, un Credo, un’Ave Maria e un Gloria.
7. Un’opera di carità o di penitenza.
8. Il fedele potrà aggiungere qualsiasi altra preghiera, in base alla sua pietà e alla sua devozione.


10 chiarimenti sulle indulgenze che potrebbero interessarvi

1. Si può ottenere un’indulgenza al giorno rispettando i requisiti. Ogni giorno si può ottenere un’unica indulgenza plenaria per un’anima del Purgatorio.
2. L’indulgenza plenaria sopprime il Purgatorio. Se la ottiene un moribondo, non passa per il Purgatorio.
3. Se l’indulgenza è plenaria, basta applicarla per l’anima una volta sola. Se l’indulgenza è parziale bisogna applicarla varie volte.
4. Se l’indulgenza plenaria si applica a sé, questa rimette la pena temporale per i peccati perdonati fino al giorno in cui si applica.
5. È bene compiere le condizioni per ottenere l’indulgenza nello stesso giorno.
6. L’offerta dell’indulgenza plenaria può essere precedente o successiva ad essa.
7. Con una sola confessione si possono ottenere varie indulgenze plenarie in diversi giorni, sempre a patto che la persona si mantenga in grazia di Dio.
8. La persona sceglie l’anima per la quale vuole ottenere e applicare l’indulgenza.
9. Nel caso in cui non si voglia applicare a qualcuno in concreto, si può offrire per l’anima che ne ha più bisogno.
10. La Chiesa ha conferito anche l’indulgenza plenaria per date specifiche e per varie preghiere o pratiche pie, non solo per quest’Anno della Misericordia.

Fonte: http://it.aleteia.org/2016/08/01/10-chiarimenti-indulgenza-purgatorio/

Visite: 131

TAGS: ConfessioneConversioneEucarestiaIndulgenza